SirSkape

Agnello di Dio – 2010, Smalto all’acqua su tela, 70cm x 100cm x 1,5cm

L’opera “Agnello di Dio” vuole essere un richiamo al popolo cristiano che, seppur genuflesso ai piedi della croce, non è li in devozione e o in preghiera ma bazzica ai piedi del Cristo solo per brucare l’erba che è li intorno (e spesso non sanno neanche loro come hanno fatto ad arrivarci).

Paola Tassetti

INFIORESCENZA ECCLESIALE, 2016, Arte Digitale su base fotografica, Collage handmade, finitura digitale – stampa su tessuto, cm50 x 30 x 2

Erbario associato all’anatomia umana, un esperienza estetica ed esperenziale che mette in gioco il corpo e la sua sfera interna attraverso una collezione di piante disseccate classificate e associate alla figura sacra, come simbolo antropico capace di sopravvivere nell’era contemporanea solo se racchiuso all’interno in un micro habitat ecologico.

Eduardo Herrera

Liberación – 2016, video 16:9

Una sedia, un libro e una pieve romanica in Emilia Romagna cercano di creare un evento performativo, un rituale per rendere visibile il mondo del conosciuto ed il mondo dello sconosciuto. Durante l’intervento performativo l’attore, come la figura di un Cristo in stato meditativo, cerca di oltrepassare questo limite.

Patrizia Da Re

“Persefone”, 2016, tecnica mista su carta di giornale applicata su tela, cm 80×80

Il mito di Persefone o Proserpina si inserisce in una mia idea di Ri-narrazione del Mito. Il desiderio che ,talmente forte, si muta in violenza .  Un riequilibrio di questo iniziale atto di aggressivo con il suo riconoscimento e la ricomposizione dell’armonia tra Nascita e Morte dando spazio a tutte e due.